La mia esperienza da "ragazzo Povel"

IL CORAGGIO DELLA LEGALITÀ

di Claudio Petronio - Civiform

La legalità e la non violenza sono alla base di un futuro migliore costruito da chi ha avuto il coraggio di cambiare. Al Civiform un gruppo di 16 ragazzi è stato scelto per partecipare ad una fase del progetto internazionale POVEL (“Prevention of Violence throught Education to Legality”), all’interno di un programma europeo contro la violenza rivolto alla promozione della legalità nelle scuole.
Gli incontri si sono svolti dal 20 gennaio al 9 marzo e si sono conclusi con un momento di condivisione in plenaria. Si è trattato di un corso basato sulla peer education, ossia delle lezioni diverse dalle lezioni frontali scolastiche,  incentrate su un rapporto non di gerarchia di ruolo ma di parità all’interno del gruppo. I ragazzi scelti per gli incontri, un paio per classe, provenivano dai diversi settori della scuola (grafico, industriale, ristorazione, panetteria, pasticceria e gelateria, benessere) e soprattutto da diverse classi (prime, seconde e terze).
Lo scopo era creare un gruppo unito ma eterogeneo per innescare un meccanismo ben preciso: l’”effetto domino”. Ogni ragazzo, infatti, ha la sua vita sociale che è descrivibile in fasce, quella scolastica, le amicizie, la famiglia e la società. Era proprio questo l’obbiettivo del progetto: espandere a macchia d’olio i principi dal gruppo ristretto alla collettività. In particolare durante gli incontri abbiamo parlato del bullismo e del cyberbullismo mettendone in luce problemi e soluzioni. Assieme a una coppia di psicologi, Massimo Mortella e Giovanna Cadò, è stato stabilito di non diffondere il contenuto degli incontri fino a quando l'idea elaborata non sarebbe stata chiara e capace di colpire chi ci avrebbe ascoltato.
Il giorno della plenaria erano presenti tutti i nostri compagni, mentre noi diffondevamo la nostra nuova “corrente di pensiero” giovanile. L'esperienza è risultata positiva e ha riscosso grande successo e partecipazione tra gli studenti. Noi ragazzi “Povel” con l’esperienza della peer education ci siamo portati dentro una grande vittoria: abbiamo sperimentato il vero rispetto.


I ragazzi "Povel" di Civiform assieme a Massimo Mortella e Giovanna Cadò.




©2011 Civiform soc. coop. sociale Tutti i diritti riservati. | P. IVA 01905060305Privacy | Qualità | site credits