Covid19: Nuova Procedura di Emergenza Civiform

La nuova Procedura Gestione Emergenza Coronavirus

Alla luce delle nuove disposizioni nazionali e regionali per contenere il contagio e per tutelare la salute e sicurezza di quanti operano all’interno delle sue strutture, Civiform ha provveduto ad aggiornare la Procedura di gestione Emergenza.
Il personale che prende servizio in struttura si sottoporrà quotidianamente alla misurazione della temperatura corporea e dovrà sottoscrivere una specifica dichiarazione.

Tali disposizioni valgono sia per il personale dell’area convittuale, che sta svolgendo regolarmente la propria attività a Cividale e Opicina, sia per il personale dell’area amministrativa e servizi trasversali che, anche se sporadicamente, si recano in ufficio per le attività non gestibili attraverso smart working.
Naturalmente vale anche per il personale dell’area Formazione, qualora dovesse essere richiamato in servizio presso la sede (ipotesi al momento non prevista).

 

Invitando a prevedere visione di tutto il documento e attenersi scrupolosamente a quanto in esso contenuto, riepiloghiamo assieme i punti principali:

  1. sono state impartite informazioni riguardanti il Covid-19, modalità di trasmissione e modalità per ridurre il rischio di contagio – si veda il fascicolo informativo;
  2. affissa in vari punti della struttura cartellonistica per istruire su comportamenti da seguire per il contenimento dell’epidemia;
  3. incrementate operazioni di pulizia e di disinfezione degli spazi, con particolare riferimento a uffici, aule, laboratori, sale mensa, bagni, camere, ecc., nonché scrivanie, banchi, rubinetteria, maniglie, pulsantiere e in genere punti di contatto a frequente contaminazione;
  4. fornito sapone igienizzante ad azione disinfettante e gel disinfettante e installato  apposita cartellonistica con le istruzione per il corretto lavaggio delle mani;
  5. ridotto al minimo il personale presente in struttura (area Formazione) verificando il rispetto delle richieste distanze in caso di copresenza di due o più soggetti;
  6. richiesto ai fornitori di attenersi scrupolosamente alle prescrizioni e provveduto a verificare il rispetto delle procedure attraverso il monitoraggio dei coordinatori per l’emergenza. A fornitori e consulenti imposto di limitare la propria permanenza in struttura al tempo strettamente necessario;
  7. dotato il personale di mascherine chirurgiche FFP2 e guanti e fornito (via mail e a mezzo affissione in struttura) istruzioni per il corretto utilizzo e conferimento dei presidi usati in appositi contenitori che vengono trattati come rifiuti speciali e quindi smaltiti a norma di legge, attraverso ditta specializzata;

Ancora una volta si raccomanda il personale presente di arieggiare frequentemente gli ambienti e di rispettare (e far rispettare) le indicazioni date per la corretta igiene delle attrezzature (es: utilizzo di spray disinfettante per la pulizia delle tastiere). Si ribadisce inoltre l’indicazione di mantenere (ove organizzativamente possibile) il distanziamento sociale di almeno 1 mt.

 

In base alle disposizioni vigenti:

  • L’accesso in Civiform è consentito con l’utilizzo dei DPI (maschera e guanti) che dovranno essere correttamente indossati per tutto il tempo di permanenza in struttura.
  • L’accesso da parte del personale dipendente e delle ditte che hanno servizi in appalto (es: MENSA e PULIZIE) è subordinato alla verifica della temperatura corporea. La misurazione verrà eseguita per il personale dipendente in fase di ingresso dal personale preposto con termo scanner. La temperatura non verrà registrata, ma l’ingresso è consentito esclusivamente con temperatura fino a 37,5 C.
  • La misurazione della temperatura del personale in appalto sarà garantita dalla ditta appaltante e la rilevazione dell’avvenuta verifica dovrà essere registrata.
  • L’accesso in Civiform è subordinato alla compilazione/conferma quotidiana dell’autocertificazione “Rientro in sede” disponibile presso il coordinatore delle emergenze/segreteria.
  • E’ VIETATO accedere alla struttura – anche in assenza di febbre – in caso di presenza di uno o più sintomi influenzali (mal di gola, raffreddore, tosse, ecc.). In presenza di sintomatologia influenzale il lavoratore è tenuto rivolgersi al medico curante / 112 per la valutazione della situazione sanitaria.
  • Chiunque abbia la percezione di essere stato in contatto con persone positive al test del coronavirus, deve astenersi dal presentarsi in Civiform, anche in assenza di sintomi influenzali. Dovrà rivolgersi al proprio medico curante per eseguire gli accertamenti sanitari del caso e informare Civiform per attivare i protocolli di salvaguardia.
  • Il personale che dovesse manifestare uno o più sintomi influenzali (come sopra) durante la presenza in Civiform dovrà informare il “coordinatore dell’emergenza” e lasciare immediatamente la struttura e recarsi al domicilio per poi rivolgersi al medico curante / 112 per la valutazione della situazione sanitaria.

In Civiform, salvo diverse o ulteriori disposizioni delle Autorità Competenti:

  1. L’utente è tenuto a segnalare immediatamente lo stato di malessere all’insegnate/educatore di riferimento. L’educatore che si accorge di presenza di sintomi si attiva anche in assenza di segnalazione da parte dell’utente.
  2. L’educatore provvede ad avvisare il coordinatore dell’emergenza, o suo delegato (di seguito C.E.) per la gestione del caso.
  3. All’utente viene fatta indossare una mascherina; viene condotto in ambiente adeguato e rilevata la temperatura e viene contattato il medico curante / 112 per la valutazione della situazione sanitaria.
  4. Il C.E. (che adotta le misure di prevenzione e protezione) provvede quindi a:
    – consegnare i DPI (mascherine);
    – misurare la temperatura corporea;
    – condurre l’interessato dell’apposito spazio attrezzato;
    – avvisare il tutore nel caso di minorenne;
    – allertare le autorità sanitarie competenti e/o contattare il numero 112 nel caso di manifestazioni gravi;
    – dare indicazioni a chi di competenza per le attività di pulizia e disinfezione.

Specifica procedura è operante fin dall’inizio dell’emergenza per l’attività di accoglienza Minori stranieri non accompagnati (M.s.n.a.): distanziamento sociale sia negli spazi chiusi che in quelli aperti, divieto di uscita dalla struttura, individuazione di attività all’interno dell’area convittuale, potenziamento dell’attività di pulizia e disinfezione, formazione ed informazione ai ragazzi sulla corretta igiene e del lavaggio delle mani anche con cartellonistica adeguata e verifica della comprensione, gestione dei casi sospetti, in ottemperanza alle indicazioni del Dipartimento di Prevenzione.

Tali misure sono state inoltre integrate con la procedura “Indicazioni operative Strutture di accoglienza per minori non accompagnati” finalizzata alla corretta gestione dei nuovi ingressi con quarantena precauzionale.

Certificato medico 

Nell’ambito delle strutture educative/formative, in forza delle ultime disposizioni ministeriali, in caso di assenza superiore a 5 giorni di calendario, per essere riammesso a seguire le attività o prestare servizio in struttura, allievi e personlae dovranno presentare certificato medico.

 

Dieci Regole di comportamento

Civiform raccomanda a tutto il personale e all’utenza di attenersi scrupolosamente alle misure igieniche e comportamentali individuate dal Ministero della Salute, dentro e fuori le strutture Civiform.

A tutti è richiesto di attenersi al “Decalogo comportamentale” di seguito riportato:

  1. Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone
  2. Coprirsi bocca e naso quando si starnutisce o tossisce. Se non si ha un fazzoletto monouso, usare la piega del gomito.
  3. Gettare subito il fazzoletto nella spazzatura
  4. Areare regolarmente gli ambienti di vita
  5. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani non pulite
  6. Evitare lo scambio di oggetti, che può essere veicolo dell’influenza
  7. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che non siano prescritti dal medico
  8. In caso di febbre, raffreddore, mal di testa e difficoltà respiratorie, restare a casa e rivolgersi al medico di famiglia che consiglierà cosa fare
  9. In presenza di sintomi dell’influenza, mantenersi a distanza dagli altri
  10. In presenza di sintomi dell’influenza non frequentare il lavoro, la suola, i luoghi affollati e i mezzi pubblici

Si ricorda, inoltre, di:

  1. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcol
  2. Se possibile, evitare il contatto con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  3. Utilizzare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o si assistono persone malate
  4. Chi rientra in Friuli Venezia Giulia da zone a rischio epidemiologico come indicato dall’OMS, deve comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente per territorio per l’adozione, ove necessario, della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.

In vista della futura ripresa delle lezioni, si richiede la collaborazione dei sigg. genitori nel raccomandare ai propri figli l’osservanza di quanto comunicato.

Per informazioni, contattare il numero verde 1500 o consultare il sito www.ministerosalute.it
Scarica il Decalogo illustrato o l’opuscolo dettagliato stilati dal Ministero della Salute il materiale informativo.

 

Provvederemo a pubblicare notizie ed aggiornamenti su questo sito.

Condividi:
Logo-Civiform-neg

Contatti

Sede legale
Viale Gemona, 5
33043 Cividale del Friuli (UD)

Sede Trieste
Via di Conconello, 16 Opicina
34151 Trieste
Tel. +39 040 971 9811

Orari di segreteria 
Cividale: lun.-gio: 8.00 - 17.00 / ven. 8.00 – 13.00
Trieste: lun.-ven. 8.00-14.00

Copyright 2020 CIVIFORM p.i. 01905060305 - site Credits

STAY SOCIAL

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!