Nadia, Giulia, Fabio, Patricia, Waheed...sono solo alcuni dei 9 allievi che, nei primi di dicembre, si sono aggiudicati il titolo di "Aiuto Cuoco". Il 3 e 4 dicembre, infatti, hanno superato brillantemente le prove finali del corso PIPOL che ha permesso loro di ottenere la qualifica di aiuto cuoco e re-immettersi, così, nell'ambito della ristorazione.

Un percorso dedicato ad adulti disoccupati, che si è svolto nella sede Civiform di Cividale e che ha avuto una durata di 600 ore, di cui ben 180 di stage. Qui gli allievi hanno potuto toccare con mano il loro futuro lavoro e completare con la pratica sul campo il percorso che li ha portati alla qualifica di Livello 3 della classificazione Europea. Con questo titolo potranno ora lavorare in Italia, ma anche in tutt'Europa. Oltre alla qualifica, il corso ha rilasciato a tutti gli allievi anche un attestato di Formazione generale sicurezza lavoratori e Haccp.

Il percorso si è sviluppato all'interno del programma PIPOL, lo strumento per le politiche attive del lavoro che la Regione Friuli Venezia Giulia dedica a chi cerca lavoro, a chi è disoccupato, in cassa integrazione o in mobilità e ai giovani non impegnati in percorsi di istruzione o formazione. I corsi targati PIPOL - cui ci si iscrive attraverso i Centri per l'Impiego regionali - permettono ai qualificati di acquisire comeptenze effettviamente richieste dal mercato e inserirsi velocemente e con soddisfazione nel mondo del lavoro.

Il percorso ha preparato gli allievi a rivestire con professionalità e competenza la funzione esecutiva di aiuto cuoco, per operare cioè nell'ambito della cucina, in affiancamento al cuoco, supportandolo nelle diverse fasi di preparazione, dalla cottura all'allestimento dei piatti di un menù completo, fino alla corretta conservazione dei prodotti. Il tutto nel rispetto delle norme di igiene alimentare e di sicurezza sul posto di lavoro. 

Il corso ha previsto anche moduli legati alle competenze trasversali utili per rafforzare il proprio curriculum: dal pianificare azioni di ricerca attiva del lavoro alla sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro, fino all'HACCP ed igiene alimentare.

Anche in questo caso il corso è stato caratterizzato da momenti non semplici, a causa dell'epidemia Covid che ha investito tutto il mondo con grandi ripercussioni anche sul mondo della formazione: iniziato a fine febbraio 2020, il percorso ha infatti subito un'interruzione di quasi 3 mesi, per riprendere a fine maggio.

 

Condividi: